TiRiciclo - Raccolta differenziata delle confezioni

TiRiciclo

Azienda
Tetra Pak

Scheda web
www.TiRiciclo.it

RACCOLTA E RICICLO

Scopri come riciclare i contenitori Tetra Pak, anche usando la tua creatività.

Riciclare è semplice

Tutto quello che c'è da sapere per effettuare una corretta raccolta differenziata dei cartoni per bevande Tetra Pak nel tuo comune e contribuire quindi al loro riciclo.

I contenitori Tetra Pak sono interamente riciclabili. Pur non riciclando direttamente, è compito dell’azienda rendere questo possibile. Per questo Tetra Pak collabora con tutte le parti interessate per dare nuova vita ai cartoni per alimenti e bevande, dagli Enti pubblici alle piattaforme di raccolta, agli impianti di riciclo. Finora in Italia più di 5000 comuni hanno aderito alla raccolta di cartoni per bevande, permettendo il recupero di oltre 1 miliardo e 400 milioni di confezioni.

Dall’idea che la raccolta differenziata è semplice, nasce www.tiriciclo.it, molto di piú di un semplice sito web. È un servizio offerto al cittadino che, grazie ad una mappa interattiva, permette di individuare i comuni italiani che hanno iniziato la raccolta per il riciclo delle confezioni Tetra Pak, indicandone le modalitá. Tale mappa è aggiornata settimanalmente in modo da smaltire i propri contenitori Tetra Pak senza allontanarsi con l'auto producendo ulteriore inquinamento atmosferico. Ma non solo: sul sito www.tiriciclo.it, si trovano informazioni, suggerimenti e notizie per condurre uno stile di vita sostenibile e si possono reperire tante utili informazioni sugli imballaggi in cartone Tetra Pak, su come nasce, si produce e si ricicla.

Ma a proposito di riciclo, qual è la situazione in Italia? “Stiamo facendo ottimi progressi. Nel 2015, circa 25.000 tonnellate di cartoni per bevande Tetra Pak sono state riciclate, grazie alla coinvolgimento del 67% della popolazione italiana, essendo il servizio della raccolta differenziata attivo in quasi 5.000 comuni. Un risultato di cui siamo orgogliosi – commenta Michele Mastrobuono, direttore Ambiente e Relazioni Esterne Tetra Pak Italia – anche perché lo abbiamo conquistato sul territorio, comune per comune, contribuendo a diffondere maggiore consapevolezza sull’importanza della raccolta differenziata dei rifiuti per la tutela dell’ambiente. Con il recupero dei cartoni per alimenti post-consumo – conclude Mastrobuono – il ciclo di vita di questi imballaggi prosegue grazie al riciclo sotto altre forme, ad esempio shopper per la spesa o carta cucina".

Storia di un contenitore: dalla PRODUZIONE al RICICLO

Da sempre Tetra Pak è impegnata nel ridurre al minimo l'impatto ambientale: un contenitore per alimenti è prodotto in prevalenza da risorse rinnovabili, la cellulosa. La carta di tutti i contenitori Tetra Pak viene prodotta utilizzando legno proveniente da foreste europee gestite in modo sostenibile.

Nella macchina da stampa le bobine di carta vengono stampate e cordonate. Successivamente viene applicato uno strato di polietilene e un sottile foglio di alluminio mediante una lavorazione a caldo, senza collanti chimici, formando dei rotoli di poliaccoppiato. I rotoli sono identificati per garantire la tracciabilità: le eventuali parti difettose sono registrate e rimosse, inviando al riciclo gli scarti di produzione. Le bobine vengono inviate al cliente senza passaggi intermedi riducendo al minimo l’impatto ambientale dei trasporti.

Dai centri di raccolta i cartoni vengono portati in cartiera: qui la parte cellulosica viene separata da alluminio e polietilene grazie alla semplice azione centrifuga di un "enorme frullatore" che miscela il materiale senza l'aggiunta di alcun tipo di additivo chimico. Successivamente le componenti vengono lavate e filtrate: la carta viene veicolata al normale processo di produzione di carta riciclata; la frazione polietilene/alluminio viene inviata all'impianto di rigenerazione plastica.

La pasta di cellulosa liquida viene stesa su un tappeto in movimento e essiccata, controllando spessore e omogeneità. Viene successivamente avvolta in rotoli: questa carta potrà essere nuovamente riciclata, dando vita ad un ciclo continuo.

Le buone idee non invecchiano

"Fare qualcosa che nessuno ha mai fatto prima è veramente difficile". Ruben Rausing, il fondatore di Tetra Pak, c'è riuscito. Studiando il mercato dei prodotti alimentari ha individuato un bisogno e ha saputo soddisfarlo con un'idea innovativa. Che resiste tutt'oggi.

Sono passati sessant'anni da quando Ruben Rausing presentò al mondo la prima macchina per il confezionamento. Da allora Tetra Pak è arrivata in tutto il mondo, trasformando il mercato dei generi alimentari e le abitudini di consumo.

Tetra Pak: la Storia

1951: a Lund, in Svezia, Ruben Rausing fonda AB Tetra Pak: inizia lo sviluppo di una confezione per il latte innovativa rispetto alle fragili e pesanti bottiglie di vetro.

1952: nasce Tetra Classic®, la rivoluzionaria a famosa confezione a forma di tetraedro, insieme alla prima macchina per confezionarla in serie.

1961: Tetra Pak crea il sistema di confezionamento asettico. La barriera di alluminio e le alte temperature di sterilizzazione (nasce così il trattamento UHT), consentono di conservare il latte senza la catena del freddo (con ingenti risparmi nelle fasi di immagazzinamento e di distribuzione).

Metà anni ’60: Tetra Pak lancia Tetra Brik® Aseptic, confezione per il latte a forma di mattone e Tetra Rex®, per latte fresco pastorizzato con forma a tettuccio.

1965: inaugurazione dello stabilimento di Rubiera (RE), prima fabbrica di produzione europea fuori dai confini svedesi, oggi dedicata alla produzione dei contenitori per il confezionamento asettico.

1991: Tetra Pak acquisisce Alfa Laval, uno dei maggiori fornitori mondiali di impianti e macchinari per l’industria alimentare ed agricola, acquistando tecnologie e competenze che coprono l’intero processo a monte e a valle del confezionamento (sterilizzazione, separazione, omogeneizzazione).

Anni ’90: entrano in commercio altri packaging innovativi come Tetra Prisma®, Tetra Fino® e Tetra Wedge®.

1994: trasferimento a Modena del centro mondiale Ricerca e Sviluppo sui sistemi di confezionamento e sui contenitori ambient.

Anni 2000: Tetra Recart® segna l’ingresso di Tetra Pak nel settore degli alimenti non liquidi.

2006: lancio sul mercato del nuovo sistema di confezionamento asettico Tetra Gemina®.

2008-2009: nello stabilimento Tetra Pak di Rubiera (RE) sono stati installati nuovi macchinari di produzione, i primi in Europa per la tecnologia utilizzata.

2011: lancio del nuovo sistema di confezionamento Tetra Evero Aseptic, la cosiddetta “carton bottle” e dei primi tappi realizzati con polietilene di origine vegetale.

2013/2014: lancio del “separable top” per le confezioni Tetra Evero® Aseptic e Tetra Top®, per facilitare le operazioni di raccolta differenziata e riciclo degli imballaggi. Il Tetra Top Separable Top ha vinto l’Oscar dell Imballaggio 2014 nella sezione ambiente.

2015: lancio della prima confezione 100% rinnovabile, il Tetra Rex® bio-based, che ha vinto l’Oscar dell’Imballaggio 2015 nella sezione ambiente.

Multimedia

I dati del trade del Regno Unito relativi al periodo Gen - Apr 2020 sono provvisori