Italia: Produzioni di Formaggio Piave

In questa pagina trovano spazio, in prospettiva temporale, i dati relativi alla produzione italiana di formaggio D.O.P. Piave.

I dati sono presentati in una tabella diacronica, seguita da due grafici, che li visualizzano sia su base annuale sia su base mensile.

Nota:

Il formaggio viene commercializzato in tipologie corrispondenti ai diversi tempi di stagionatura.
È possibile, infatti, distinguere fra: Il PIAVE è un formaggio a pasta cotta, duro (con una umidità inferiore al 40%) , che si presenta in forma cilindrica.

Il suo nome rimanda all'omonimo fiume, che nasce alle falde delle Dolomiti Bellunesi.

Il legame fra il PIAVE e il territorio è, infatti, forte e vivo e da questo discendono molte caratteristiche uniche e distintive del prodotto: bellunese è l'area di produzione ed esclusivamente della zona è il latte utilizzato.

Legate alla tradizione della zona sono sia l'alimentazione del bestiame, basata su foraggi esclusivamente di montagna, sia la modalità di allevamento, spesso affidata all'alpeggio, ovvero alla residenza temporanea, nei periodo estivi, in pascoli alpini.

Il formaggio PIAVE è facilmente riconoscibile perchè marchiato su tutto lo scalzo in senso verticale.
Lo accompagna inoltre un timbro indicante il lotto di produzione ed un disco in carta seta, posto sul piatto superiore della forma, che riporta il nome, la tipologia e la denominazione del produttore.

Questo formaggio, ricco di sapore e di storia (che ha le radici nell'arte delle latterie turnarie e delle malghe), ha ottenuto riconoscimenti internazionali e sta gradualmente ampliando il proprio raggio oltre il tradizionale mercato veneto, verso transiti commerciali a livello mondiale.
Formaggio Piave Disciplinare Produzione Formaggio Piave
Disciplinare Produzione
Formaggio Piave
Iniziativa realizzata con il
contributo della Regione Veneto
Produzioni di Formaggio Piave
Numero di forme  
Mese 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 ± % su mese
prec.**
± % su
2016
± % su
2015
Gennaio 30.407 30.957 32.150 36.033 31.313 36.954 35.507 32.999 +21,72% -7,06% -10,70%
Febbraio 30.194 30.111 34.647 31.713 31.769 33.596 35.975 30.499 +2,33% -15,22% -9,22%
Marzo 36.044 28.902 38.318 31.951 35.645 38.409 38.089 38.743 +14,74% +1,72% +0,87%
Aprile 33.695 31.291 34.828 34.981 37.285 36.725 37.054 36.274 -3,25% -2,11% -1,23%
Maggio 35.191 29.483 33.516 32.584 33.694 34.452 28.817 34.910 -6,86% +21,14% +1,33%
Giugno 31.990 24.507 23.225 25.237 30.961 29.656 20.012 23.712 -29,81% +18,49% -20,04%
Luglio 23.164 20.312 22.274 19.018 24.135 24.911 22.293 15.917 -35,04% -28,60% -36,10%
Agosto 21.560 20.040 16.578 12.576 24.652 27.760 22.451 17.892 +12,41% -20,31% -35,55%
Settembre 21.658 20.349 22.202 13.543 24.015 26.044 19.910
Ottobre 24.485 22.128 32.501 23.678 28.712 28.493 21.134
Novembre 26.347 23.664 33.036 25.889 27.609 26.406 26.715
Dicembre 30.395 29.893 33.493 30.174 31.398 28.528 27.111
Gen-Ago 242.245 215.603 235.536 224.093 249.454 262.463 240.198 230.946
Var % ¹ +8,77% -11,00% +9,25% -4,86% +11,32% +5,21% -8,48% -3,85%
Tot Anno 345.130 311.637 356.768 317.377 361.188 371.934 335.068
Var % +9,78% -9,70% +14,48% -11,04% +13,80% +2,98% -9,91%
Ultimo aggiornamento: 18-09-2017
1) variazione sul medesimo periodo dell'anno precedente
**: Rettificata per mesi di 30 giorni (Es. Il calcolo della variazione della produzione di giugno rispetto a quella di maggio si ottiene confrontando [produzioni Giugno] rispetto a [produzioni Maggio/31*30])
Fonte: Lattebusche
   
< >